Obiettivi e metodologia

Obiettivi della Scuola di PeaceLifeLeader Counseling

L’obiettivo del percorso è quello di diffondere nell’ambito della professione del Counseling un approccio paradigmatico di tipo complesso orientato alla centralità della relazione.

Studiare e praticare con metodo la complessità porta a comprendere che tutto è fondato su un principio relazionale, il “cum” (cum-plexus = con nodi, intrecciato). 

Accorgendosi di questo, non si può più non tenerne conto nel definire e valutare l’impatto dei propri pensieri, delle proprie parole, delle proprie azioni.

Quando si comunica è bene essere consapevoli che la qualità impressa alla dinamica delle relazioni è fondamentale nel modificare l’assetto del contesto all’interno del quale agiamo nella vita di tutti i giorni. 

Applicando una visione complessa è la responsabilità personale nell’azione che è chiamata in campo.

L’obiettivo del percorso è quello di mettere in grado i partecipanti di riconoscere attraverso il colloquio di counseling quali siano le caratteristiche dominanti e le capacità relazionali effettivamente attivate nella situazione di conflitto per esplorare prima e definire poi le possibili dinamiche da sviluppare per il futuro.

È compito del counselor, attraverso la conduzione di un efficace dialogo di aiuto, ispirare il cliente favorendo una chiara e precisa comprensione dei vincoli e delle opportunità che gli si presentano, in modo tale che emergano con naturalezza risorse e modalità d’azione adeguate ad affrontare con efficacia stati di incomprensione, di confusione e di disagio.

Metodologia

La metodologia utilizzata è sia teorica che pratica, e si fonda su tre pilastri:

  • l’approccio alla complessità;
  • l’approccio alla consapevolezza;
  • l’approccio all’etica personale

Attraverso l’adozione da parte dei partecipanti di un approccio complesso alle dinamiche relazionali, l’intento del percorso è quello di posizionare i processi di prevenzione e gestione del conflitto in un paradigma della relazione di aiuto che punti in ogni suo passo all’esplorazione, al riconoscimento, all’inclusione, all’altruismo ed al coraggio.

Applicando il metodo maieutico della descrizione esplorativa e del dialogo generativo, i docenti favoriscono l’apprendimento da parte dei partecipanti delle migliori pratiche personali da adottare per rendere ogni relazione di counseling con il cliente un percorso di miglioramento dello stato di benessere proprio e degli altri.

I moduli del percorso triennale sono caratterizzati dallo svolgimento sia di attività con finalità didattiche sia da attività finalizzate alla sperimentazione delle migliori pratiche di intervento nelle relazioni di aiuto. Le sessioni sono svolte in un setting circolare e partecipativo con lo sviluppo di esercitazioni individuali, di coppia e di gruppo.

Gli incontri iniziano e terminano con un circle meeting dedicato all’integrazione dei partecipanti ed alla creazione di un ambiente che costituisca un campo di fiducia, sano e protetto, all’interno del quale ogni partecipante possa sentirsi accolto e libero di esprimere pienamente il proprio ed unico potenziale di partecipazione così come il suo specifico apporto alla dinamica di lavoro del gruppo.

Durante il percorso i trainer svolgono attività di supervisione individuale e di gruppo per verificare le dinamiche dei processi di apprendimento e la qualità dell’impatto sullo sviluppo personale e relazionale delle pratiche via via esercitate.

>> Scuola di Peace Life Leader Counseling: clicca qui

>> Chi è il Peace Life Leader: clicca qui

>> Obiettivi e Metodologia: clicca qui

>> Destinatari: clicca qui

>> Iscrizioni e Calendario: clicca qui

>> Docenti: clicca qui

>> Sede: clicca qui

PeaceLifeLeader Counseling

Per contattarci:

complex.counseling@gmail.com +39-327-3523432